BEAUTY
Beauty sleep, dormire ti fa bella: ecco perché questo è il periodo d'oro per le donne
di Mariacristina Righi
Beauty sleep, dormire ti fa bella: ecco perché questo è il periodo d'oro per le donne

Negli Usa lo chiamano beauty sleep. È il sonno di bellezza. Un po’ perché dormire comunque, distende i lineamenti, fa bene alla pelle e la rende più bella. Un po’ perché secondo la cronobiologia ogni ora cambia l’efficacia dei prodotti di bellezza. Di notte la melatonina, il celebre neuro ormone che regola il ritmo sonno-veglia, lavora anche per la pelle. Già dopo le 21 la ghiandola pineale comincia a secernere la melatonina, chiamata anche l’ormone del sonno quindi ci predispone al relax e ci avvicina piano piano al momento di dormire. La melatonina stimola l’attività dei mitocondri, rinforza il sistema degli antiossidanti naturali che la pelle ha nel suo dna, aumenta il sistema di autoriparazione cutaneo ma tende a diminuire con gli anni quindi per stimolarla esistono dei prodotti specifici da applicare, appunto, di notte. Fino al giorno del solstizio d’inverno le ore di buio superano quelle di luce (che dal giorno successivo, poi tornano lentamente a crescere per essere esattamente uguali all’equinozio di primavera). È quindi il momento miglior per sfruttare il sonno di bellezza.

Minimal e moderna come Levante: la nuova manicure con i puntini è da copiare

BEAUTY SLEEP
Perdere ore preziose di sonno compromette la forza fisica, le difese immunitarie peggiorano e diminuisce la concentrazione. In generale, dormire poco e male acuisce i rischi per il cuore perché nel sangue aumentano i livelli di proteine infiammatorie. Anche per la bellezza della pelle è importante dormire almeno sei-sette ore e non invertire, se è possibile, i ritmi sonno-veglia. La notte per la pelle è un momento di riparazione e ha i suoi tempi. Ridurli o invertirli può modificarne i risultati. Di notte poi la pelle è meno soggetta allo stress quindi ha più possibilità di recupero che di giorno comunque non potrebbe avere.

Rughe, basta un'app per cancellarle
 

 


Chanel, irruzione alla sfilata ma interviene Gigi Hadid. L'infiltrata è una youtuber francese

LA PELLE SI RIGENERA
Tra mezzanotte e l’alba la temperatura del corpo si abbassa, il battito cardiaco rallenta, i muscoli si rilassano e la pelle si rinnova, aiutata da una maggiore ossigenazione dei tessuti e dalla dilatazione dei capillari. Di notte la pelle si rigenera, il metabolismo cellulare è al massimo della sua attività così come di giorno è impegnata a combattere strenuamente contro le aggressioni esterne. Per questo i filtri solari e gli antiossidanti sono perfetti per il giorno mentre la notte ci sono altre necessità.

World beauty e fusion spa uniscono Oriente e Occidente

L’ORA DELLA CREMA
Prima di andare a letto il rituale prevede una pulizia profonda che andrebbe fatta secondo la cronobiologia già subito dopo la cena. Ma è anche il momento dell’esfoliante, per aiutare le cellule morte a lasciare il posto alle nuove perché tra le 23 e le 24 la microcircolazione sottocutanea è al suo massimo livello. Anche una maschera rigenerante avrebbe un ottimo effetto in questa fascia oraria. E se si sceglie una maschera idratante meglio lasciarla agire a questo punto tutta la notte. Dopo mezzanotte parte l’attività cellulare e gli strati dell’epidermide lavorano per la ricostruzione. Questa è l’ora in cui la pelle assorbe maggiormente le sostanze attive che vengono applicate con la crema da notte. Se la pelle è particolarmente secca o comunque durante i mesi più freddi, è il momento per applicare sostanze molto ricche con la certezza che verranno assorbite. Le pelli grasse invece rigettano di giorno quello che viene prodotto di notte quindi quando si dorme meglio utilizzare dei prodotti seboregolatori. La crema da notte va sempre massaggiata bene per farla penetrare meglio ma anche per l’effetto rilassante dell’automassaggio.

Dalle passerelle allo street style, tutti i trend dalla London fashion week 2019
 
 

LE CREME DA NOTTE
Di recente le creme e i prodotti da utilizzare di notte sono stati studiati proprio per ottenere il massimo rendimento, sfruttando la cronobiologia. Sono nati quindi peeling che agiscono mentre si dorme (Lozione Peeling Notte ai Collageni Rimpolpanti + 4 AHA di Resultime), maschere da lasciar agite tutta la notte potenziate anche da strumenti su misura (Ufo Foreo e Call It a Night) o da utilizzare due volte la settimana (Bedtime Mask Age Balance di Guudcure), creme in grado di modificare in meglio lo stato della pelle notte dopo notte (Ole Henriksen Transform Plus Goodnight Glow Retin-ALT Sleeping Crème), di renderla più forte e resistente agli agenti esterni (Nuxuriance Gold Balsamo Notte Nutriente Fortificante Anti-Età assoluto) o di rigenerarla (Somatoline Cosmetic Vital Beauty Booster Rigenerante), ma anche trattamenti specifici per avere lo sguardo riposato al risveglio (Eau Thermale Avène A-Oxitive, trattamento contorno occhi levigante, ricco di acqua termale). Il primo passo comunque è la detersione profonda. Dermalogica ha un PreCleanse che elimina tutto quello che la pelle ha accumulato in superficie durante il giorno per passare poi al detergente che garantisce una pelle perfettamente pulita in grado di assorbire al meglio gli attivi durante la notte. Isomma mentre si dorme gli attivi dei prodotti sono svegli e lavorano per migliorare la pelle.

Cosmetica, nel 2019 in crescita e-commerce, export e fatturato

IL RILASSAMENTO MUSCOLARE
Prima di andare a dormire si devono eliminare tutte le tensioni. Mezz’ora prima, un bagno non troppo caldo (37 gradi) e per non più di 20 minuti, seguito da un automassaggio con un olio o una crema agli aromi rilassanti come lavanda, salvia, fiori d’arancio, cedro o tiglio favoriscono il sonno e il rilassamento generale. I punti chiave del sonno sono l’angolo tra pollice e indice e la caviglia. Basta premere leggermente seguendo i punti dell’agopuntura per favorire un sonno rilassante. In alternativa, almeno un pediluvio, alla stessa temperatura del bagno, sempre seguito da un massaggio. Terminato il massaggio ai piedi si può utilizzare la crema o l’olio residui per massaggiare le mani. Un’efficacia maggiore si ha lasciando agire il prodotto su piedi e mani coperti. Basta indossare guanti e di calzini di cotone durante il sonno.

A Firenze la mostra sulla «profumeria nel Rinascimento tra igiene, medicina e seduzione»

IL BUON SONNO
Abbiamo visto che dormire è importante a tutte le età anche se i cicli del sonno cambiano ed è una funzione vitale. Ogni essere umano ha bisogno di riposare circa un terzo della giornata per reintegrare le energie consumate.
Per contrastare i problemi legati all’insonnia, alle situazioni di stress e ansia, Dolomitic Water ha creato Onyricon, un trattamento olistico che coinvolge in profondità tutti i sensi, stimolando il sistema nervoso in maniera naturale e inducendo uno stato di calma profondo. Il trattamento si basa su manualità specifiche che agiscono lungo i meridiani nei punti collegati al ritmo sonno-veglia per assicurare una buona ossigenazione dei tessuti attraverso esercizi di respirazione profonda che favoriscono la produzione di endorfine, stimolare lo sblocco del sistema linfatico, rilassare progressivamente tutti i gruppi muscolari regolarizzando i flussi energetici e migliorando così la qualità del sonno. Tra gli hotel dove è possibile provare il rituale Onyricon di Dolomitic Water ci sono Hotel Villa & Palazzo Aminta (Stresa), Villa Crespi Relais et Chateaux – (Lago d’Orta), Turin Palace e nello spazio Dolomitic Water Wellness Corner (Torino).Ma ci sono altri hotel e spa che offrono trattamenti e servizi studiati per combattere la stanchezza e l’insonnia.

Norberto Ferretti mantiene la promessa: dopo Solaris 55 debutta il 48 Open, lobster in tre versioni

La CXI spa di Lido Palace di Riva del Garda (TN) propone Cocoon Massage, consigliato per favorire sogni d’oro. Il percorso inizia con un massaggio rilassante a base di burro di karité biologico, che avvolge con manovre distensive testa, collo e zona cervicale per coinvolgere tutto il corpo. Al termine una tisana calda di erbe come tiglio, passiflora e camomilla garantisce un’autentica buona notte.
La cristalloterapia è il segreto per un buon sonno al Romantik Hotel Santer di Dobbiaco. I massaggi Hot Crystal su letto Hamam sfruttano infatti le proprietà delle pietre di montagna. La pietra avventurina del massaggio Detox Hot Crystal dona tranquillità, distendendo la mente e alleviando nervosismo e insonnia. Il quarzo eosa invece è utilizzato nel massaggio Relax Hot Chrystal con un alto potere rilassante: riduce l’ansia, dà nuova energia e regala un tranquillo riposo.
Tra i trattamenti di Villa Eden Leading Park Retreat di Merano che garantiscono un ottimo relax e favoriscono la quiete necessaria per trovare il giusto sonno vi sono la riflessologia plantare, con stimolazione manuale di tutti i punti riflessi sulla pianta del piede, per migliorare la funzionalità degli organi, la stimolazione dei punti chakra, biostimolazione e riequilibrio energetico dei più importanti vortici di energia dell’organismo, per trattare disfunzioni da stress e affaticamento mentale, ma anche la terapia per depurare dai metalli pesanti, non invasiva: attraverso la stimolazione bioenergetica il corpo si autodisintossica e si riequilibra, mantenendosi in salute.

Modigliani "torna" per la prima volta nella sua Livorno con 26 opere

IL KIT BUONA NOTTE
Per cogliere il massimo dalla notte e per favorire un buon sonno ci sono dei prodotti indispensabili mascherina per gli occhi per assicurarsi il buio assoluto, l’ideale per attivare al massimo la melatonina spray per i capelli che li nutre e li arricchisce profumo rilassante da spruzzare sul cuscino, lavanda o neroli, fico o salvia. spray o gocce ai fiori di Bach che aiutano il sonno, un autentico sonnifero naturale prodotto per nutrire mani e piedi da applicare in uno spesso strato e da lasciar agire con guanti e calzini in cotone.

Piedi per terra fanno tendenza: dalla passerella allo street style la rivincita delle scarpe basse

BEDROOM BASIC
Per una notte comme-il-faut e il massimo del risultato sulla pelle niente caffeina, alcol e nemmeno esercizio fisico 4-6 ore prima di dormire cenare almeno due ore prima di dormire stabilire un’ora più o meno fissa per andare a letto e per alzarsi tenere il letto per dormire ed evitare di portarvi cibo o lavoro mantenere la temperatura della stanza non troppo alta ma intorno ai 20 gradi. 

Domenica 1 Dicembre 2019, 17:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it