Alex, boom dei donatori dopo la vicenda del bimbo malato: 23mila in due mesi
Alex, boom dei donatori dopo la vicenda del bimbo malato: 23mila in due mesi

La vicenda del piccolo Alex commuove e spinte a donare il midollo. Sono 23mila i nuovi donatori italiani in soli 2 mesi e mezzo a partire da ottobre effettuando il test per reperire un'eventuale compatibilità per il trapianto con il bimbo. Dati sono stati resi noti dal direttore del centro nazionale trapianti Alessandro Nanni Costa durante la conferenza stampa al Bambino Gesù dove Alex è stato operato con un esito positivo. Si tratta, ha sottolineato Costa di un «effetto Alex positivo».

Alex, trapianto riuscito: il piccolo sarà dimesso dal Bambino Gesù. «Decorso perfetto»

Prima della vicenda di Alex, ha sottolineato Costa, i donatori nel registro italiano erano 22 mila. In soli 2 mesi, per «l'effetto Alex», si sono iscritti altri 23 mila donatori. Ovvero, ha spiegato, «in 2 mesi sono totalizzati nuovi donatori iscritti al registro dei donatori di midollo osseo per una cifra pari ai precedenti 9 mesi». Gli iscritti al registro per il 2018 sono in totale 45 mila. 


 

Giovedì 24 Gennaio 2019, 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it