IL CASO
Chirurgo plastico usava filler illegali, decine di donne sfigurate a vita
di Alessia Strinati
Chirurgo plastico usava filler illegali, decine di donne sfigurate a vita

Credevano di migliorare il loro aspetto fisico, invece sono stati tutti sfigurati. Sono dozzine i pazienti che hanno denunciato il dott. Wesley Murakami che li avrebbe sottoposti a interventi di chirurgia plastica deformando però i loro volti iniettando nella loro pelle quantità eccessive e illegali di filler. Circa 40 persone hanno dichiarato di aver pagato migliaia di euro per risultati insoddisfacenti e lesivi per la loro salute.



L'uomo prometteva di migliorare l'aspetto del volto dei suoi pazienti, di levigare la pelle colpita dall'acne di ridurre le imperfezioni  nella sua clinica di Goiania, nel centro-ovest del Brasile. Il medico eseguiva le procedure utilizzando un additivo chiamato Metacryl, una resina sintetica nota nel settore come PMMA. I pazienti hanno mostrato gli effetti della chirurgia sul volto in modo coraggioso, confessando di aver pagato oltre 2 mila euro e di attendere ancora i risarcimenti.

Secondo quanto riporta il Sun  uomini e donne hanno confessato di aver avuto molta fiducia nel medico, di aver subito gravi disagi psichici dalle loro imperfezioni sul volto e il fatto di essere oggi sfregiati è non solo un danno per l'immagine e per la loro salute, ma soprattutto per la psiche. 

Martedì 11 Dicembre 2018, 19:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it