IL DEF
Sanità, assunzioni e riforma per i farmaci in vista
Sanità, assunzioni e riforma per i farmaci in vista

Nuove assunzioni di medici in vista. La nota di aggiornamento al Def per la Sanità conferma gli annunci e rinforza le intenzioni di andare avanti in un percorso che se da una parte rassicura i medici per l'annuncio di nuove assunzioni, dall'altra parte preoccupa le aziende del farmaco che temono un intervento pesante su alcune categorie di farmaci, in particolare quelli a prezzi più alti. Si profila dunque un lotta alle liste di attesa, riforma della dirigenza medica e nuove assunzione del personale sanitario in base al ricalcolo delle necessità di cura. E infine la conferma di una maxi operazione di nuova governance del settore farmaceutico. 

L'istituzione del Tavolo tecnico di lavoro sui farmaci e i dispositivi medici avrà il compito «in via prioritaria, di individuare soluzioni dei contenziosi, in essere in relazione ai provvedimenti legislativi ed amministrativi relativi alle
procedure di payback farmaceutico». Il Tavolo lavorerà anche per l'individuazione di una nuova modalità di calcolo degli scostamenti dai vincoli della spesa farmaceutica per acquisti diretti e del tetto della spesa farmaceutica convenzionata per gli anni 2017 e 2018.

Così come aveva detto il ministro della Salute Giulia Grillo appena insediatasi, si procederà con l'operazione «liste di attesa»: entro fine anno è prevista l'adozione del Nuovo piano nazionale di governo delle liste d'attesa (Pngla) in sostituzione del precedente, che risale ad oltre sei anni fa. Ma la nota di aggiornamento al Def per la parte che riguarda il settore indica come strategiche le azioni sul personale, il miglioramento della governance della spesa sanitaria, innovazione e ricerca, monitoraggio e aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (Lea) e infine investimenti nel patrimonio edilizio sanitario e l'ammodernamento tecnologico delle attrezzature.

La «corretta individuazione» fabbisogni del personale si tradurrà nel «completamento dei processi di assunzione e
stabilizzazione del personale oltre che l'aumento delle borse di studio a favore della formazione dei giovani medici nell'ambito della medicina generale e delle specializzazioni». È inoltre intenzione del Governo proporre una modifica, non meglio specificata, della normativa sulla dirigenza sanitaria. In tema di digitalizzazione si segnala infine l'Intesa in Conferenza Stato-Regioni sull'istituzione dell'Anagrafe Nazionale dei Vaccini nonché i provvedimenti attuativi volti all'implementazione del Fascicolo Sanitario Elettronico in tutte le regioni. 

 

Lunedì 1 Ottobre 2018, 18:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it