Tumori al seno e alle ovaie, ecco le "Perle di saggezza" sulle mutazioni Brca/Il video
di Giovanni Del Giaccio
Ornella Campanella, presidente dell'associazione, durante il video

Un'associazione «nata per sostenere tutti i portatori di mutazioni genetiche Brca e le loro famiglie».  Mutazioni che  predispongono ad un’elevata percentuale di sviluppo del cancro al seno e all’ovaio, generalmente in età molto giovane e con forme particolarmente aggressive. Mutazioni riconosciute come responsabili della maggior parte dei tumori eredo-familiari.

E' aBRCAdaBRA onlus che si occupa di informare e assistere chi ha questo genere di mutazione, divenuto noto al mondo dopo la scelta nel 2013 dell'attrice Angelina Jolie, di sottoporsi ad una mastectomia preventiva e di fare lo stesso, due anni dopo, con tube e ovaie.

«Le percentuali di cui parliamo vanno dal 50 ad oltre l’80% - spiegano dall'associazione - contro il 10% circa della popolazione femminile non mutata».

E' per questo che nel  mese della prevenzione del tumore al seno, noto ormai come "Ottobre rosa" aBRCAdaBRA  ha scelto un modo diverso di farsi conoscere e lanciare la sua campagna: «Io non temo perché so», fatta di incontri e iniziative in tutta Italia . 

«Abbiamo pensato di cogliere questa occasione per raccontarvi delle storie; sono storie di donne e uomini che attraverso i loro racconti ci aiuteranno a capire quali sono i rischi di una presa in carico non ottimale di soggetti ad alto rischio genetico».  Per questo è stato realizzato il video, lo hanno chiamato "Perle di saggezza. Il messaggio delle donne Brca ai medici".  

Mercoledì 10 Ottobre 2018, 22:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it