VENETO
Influenza, muore ex rugbista a Belluno. «Non era vaccinato, terza vittima da H1N1»
Influenza, muore ex rugbista a Belluno. «Non era vaccinato, terza vittima da H1N1»

Roberto Faneo, già presidente dell'Asd Rugby Belluno e imprenditore, è stato ucciso dall'influenza. La conferma è arrivata anche dalla direzione ospedaliera del San Martino. Non era vaccinato. Il direttore ospedaliero, Raffaele Zanella spiega: «Era affetto da influenza H1N1, che si è trasformata in forma grave per la complicanza polmonitica del virus: è la terza vittima dell'influenza nella nostra zona». È insomma lo stesso virus influenzale che dà la polmonite virale che ha stroncato tutte e tre le vittime bellunesi. Hanno tutti avuto analogo tragico percorso: il malore, ricovero in Rianimazione, la polmonite virale e la morte.

Influenza, quanto dura: non è bastato vaccinarsi, virus mutante con 50 ceppi diversi



L'ex sindaco di Voltago e dipendente provinciale Marco Parissenti, 57 anni, deceduto l'11 febbraio, l'ex benzinaio di Domegge, Giuseppe De Meio, 70 anni morto il 18 febbraio e Roberto Faneo. Nessuno dei tre si era vaccinato contro l'influenza e tutti sono arrivati in ospedale con «un quadro molto importante», come dicono al San Martino.

 



I VACCINI «La vaccinazione - spiega il dirigente ospedaliero Raffaele Zanella - è l'unico strumento per prevenire e per questo si fa campagna a favore della vaccinazione, perché non sai mai come si comporterà quel virus nella sua stagionalità». Le dosi di vaccino acquistate dall'Usl per la campagna 2018-2019 sono state 34mila: sono andate tutte esaurite. Nel 2017, invece, i vaccinati sono stati 32mila. Un numero comunque ancora lontano dal tetto di copertura previsto dalla Regione Veneto: lo scorso anno è stato del 55 per cento contro l'obietto del 75 della popolazione oltre i 65 anni di età. In realtà almeno due delle vittime n on presentavano fattori di rischio: il 57enne Parissenti godeva di ottima salute e era sotto l'età prevista per la vaccinazione. Così anche l'ex rugbista. IL LUTTO Intanto in città e sui social si moltiplicano i messaggi di cordoglio per la perdita di Roberto Faneo, compreso quello che campeggia sulla pagina dell'Asd Rugby Belluno. «Segnaliamo- si legge - agli amici tifosi ed appassionati che è mancato Roberto Faneo (classe 1953), che fu presidente e Sponsor dell'Asd Rugby Belluno Antico Cadore, negli anni della seria A2 (Campionati 1999/2000 e 2000/2001)». E poi il saluto al pilone di mischia: «Ciao, Roberto! Siamo sicuri che, lassù, hai già trovato vecchi amici per una mischia che durerà in eterno». I funerali sono fissati per domani alle 14.30 nella chiesa di Salce, zona in cui la famiglia Faneo abita in via del Boscon al civico 175, dove sono chiusi nel loro dolore la moglie Paola Da Gioz e il figlio Gianantonio. Ci sarà una cerimonia alle 16 anche a Cadola, a Ponte nelle Alpi, dove Roberto lascia la mamma 92enne Gemma. Le offerte saranno devolute all'associazione Cucchini.

Martedì 26 Febbraio 2019, 11:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it