ALIMENTAZIONE
Dieta, italiani popolo più longevo grazie al cibo mediterraneo: «Ma giovani a rischio»
Dieta, italiani popolo più longevo grazie al cibo mediterraneo: «Ma giovani a rischio»

Gli italiani sono uno dei popoli più longevi al mondo (circa 83 anni) e con l’aspettativa di vita in salute maggiore (73 anni in media) e questo anche grazie alla Dieta Mediterranea che da sempre guida le nostre scelte a tavola. Il nostro elisir di lunga vita è merito anche di uno dei consumi di frutta e verdura tra i più alti d’Europa: l’85% dei nostri connazionali consuma frutta ogni giorno (al primo posto in Europa) e l’80% ha inserito le verdure all’interno della propria dieta quotidiana (al terzo posto nel Vecchio Continente). Eppure, il progressivo distacco da questo modello alimentare rischia di metterne a rischio gli effetti positivi sulla salute delle persone.

Dieta giapponese insidia la mediterranea: rischio tumore ridotto e aspettativa di vita alta
Troppe castagne fanno bene o male? Ecco cosa succede se le mangiamo tutti i giorni



A farne le spese sembrano esserne i più giovani: da un lato, il 2% dei bambini sotto i 5 anni soffre di disturbi della crescita, lo 0,7% è deperito (ha un peso troppo basso rispetto all’altezza) e lo 0,9% è sottopeso. Nella fascia 5-19 anni predominano inoltre obesità e sovrappeso: ne soffrono circa 4 bambini su 10. Una condizione sfavorevole che si potrebbe perdurare anche nell’età adulta. Oggi circa il 59% degli italiani è in sovrappeso (rispetto al 2,5% della popolazione che è malnutrita) e al tempo stesso meno del 60% dei nostri connazionali raggiunge livelli di attività fisica raccomandati. Il connubio dieta non salutare-sedentarietà deve far scattare un campanello d’allarme, visto che nel mondo questa concomitanza di fattori è diventata la principale causa di disabilità e morte, più dei danni causati dal fumo.

Ecco alcuni consigli per una dieta sana e sostenibile secondo Fondazione Barilla:
1. Privilegia piatti o pietanze a base vegetale, poni frutta, verdure, legumi e frutta secca alla base della tua dieta giornaliera
2. Modera il consumo di carne, gusta la carne in quantità moderate, specialmente quando si tratta di carne rossa o processata
3. Gusta i latticini con moderazione, consuma I latticini, compreso il latte, con moderazione
4. Evita gli eccessi, evita di eccedere con il cibo in tavola o nella tua dieta in modo da prevenire l’assunzione di calorie in eccesso e lo spreco di cibo
5. Adotta una dieta varia, esplora la biodiversità offerta dalla natura. Varia la tua alimentazione in base alle stagioni e gusta i prodotti tipici regionali o le varietà locali.
6. Preferisci i cibi freschi e non eccessivamente elaborati, mangia cibo fresco e preparato quanto più naturalmente
7. Bevi acqua di rubinetto quando è potabile, bevi molta acqua, preferendo acqua potabile di rubinetto rispetto ad acqua in bottiglia
8. Riduci il monouso! Riduci, riusa, ricicla gli imballaggi portando con te, ogni volta che è possibile, contenitori, tazze e buste. Scegli i cibi con minor imballaggio e ricicla o riutilizza i materiali quando possibile.

Giovedì 10 Ottobre 2019, 17:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DEL GAZZETTINO
staibene.it